05
Apr

Arredamento Elegante: Stile Classico o Moderno

L’arredamento elegante è un classico che non tramonta mai e si tramanda di generazione in generazione. La parola elegante significa l’essere attenti ai dettagli, curare ogni aspetto e definire anche il più piccolo dei desideri all’interno di tutte le stanze della propria casa.

Allo stesso modo, questo tipo di arredamento dovrà essere in linea con la propria personalità, gusto e colore proprio perchè un’abitazione deve essere vissuta a pieno e deve rispecchiare la propria persona.

Arredamento elegante: come fare

L’arredamento elegante non si compone di soli materiali di lusso e non significa assolutamente dover spendere tantissimi soldi. In questo caso specifico sarà indispensabile curare e definire una scelta dei mobili, accessori e dettagli al fine di rendere ogni stanza impeccabile e di grande stile.

Prima di inziare a pensare all’arredamento, bisogna fare un piccolo passo indietro per controllare le pareti ed il colore delle stesse: di solito sarebbe preferibile optare per un colore legno bianco, perlato e tamponato che si sposi perfettamente con un pavimento in marmo o legno sbiancato, non caro e di grande effetto.

Come per tutte le cose, anche l’arredamento elegante in legno richiede alcuni accorgimenti come  – per esempio –  la scelta del colore dei mobili: per non cadere sullo stile tech e moderno, il mobilio da acquistare si divide in due mondi apparentemente diversi ma pur sempre eleganti:

 

  1. stile classico formato da mobili in stile antico, in legno lavorato a mano, dai lineamenti classici con l’aggiunta di dettagli in vetro trasparente oppure sagomato. Il legno potrebbe anche essere sbiancato, per creare un’atmosfera più moderna e luminosa;
  2. stile classico/moderno optando per un mobilio dai colori chiari e tenui poco lavorati, lisci e senza alcuna aggiunta di colore pop o troppo eccentrico.

I dettagli potrebbero altresì rovinare completamente l’idea dell’elegante, anche solo con la scelta sbagliata delle tende. Bisogna fare molta attenzione a scegliere tende, divani, quadri e soprammobili che non richiamino lo stile etnico, shabby o rustico ma che siano in linea con il tema scelto (colori tenui, lavorazioni semplici seppur con qualche tocco moderno).

Da non dimenticare una ricca selezione di fiori freschi, sempre a centro tavola che non solo regalano una profumazione intensa all’ambiente ma creano quell’atmosfera ricca e semplicemente glamour, molto ricercata. Anche la combinazione della location è molto importante cercando di disporre gli elementi in modo che diano l’idea di libertà e minimal, senza utilizzare troppi oggetti senza un senso logico.

Secondo i migliori interior design, l’arredamento elegante deve essere sinonimo di confortevole, grazie anche alla scelta di luci adatte alla tipologia di stanza in cui si è in quel momento: calda per la camera da letto, tenue per il soggiorno e luminosa per la cucina, soprattutto quando non è possibile sfruttare la luce naturale del sole.

Uno stile classico richiede il “poco ma bello”, senza eccedere nella scelta dei soprammobili, dei materiali e dei mobili (per esempio evitare di mettere un divano, due poltrone e un tavolino) e dare un’idea chic ma semplice coordinata dal voler solamente far emergere qualcosa di estremamente perfetto e mai soffocante.