05
Apr

Bioedilizia in Sardegna

La bioedilizia Sardegna sfrutta al meglio i materiali che la natura offre, eliminando completamente l’impiego di strutture o prodotti che possano essere inquinanti per l’ambiente e/o pericolosi per l’organismo.

Nella maggior parte delle città, considerando delle strutture non moderne, emerge una tipologia di architettura non curata nel dettaglio e utilizzo di materiali completamente inadatti; per questo motivo gli architetti e costruttori sono orientati verso altre tipologie di costruzioni sia che si parli di abitazioni o strutture con finalità differenti.

Bioedilizia Sardegna: cosa significa

La bioedilizia Sardegna è un concetto ora molto diffuso soprattutto su un’isola che è a stretto contatto con il mare, la natura e dove le costruzioni dovrebbero essere in linea con questo stile di vita.

Sicuramente non è un dato diffuso, ma in Sardegna esiste uno dei più grandi siti della bioedilizia che propone e regna sul mercato, con una gamma di oltre 400 prodotti da utilizzare in architettura, arredo, interior design e molto altro ancora.

Tutto questo perchè l’isola è prima in Europa per abbondanza di materiali naturali che vengono successivamente trasformati in tutto ciò che serve alla realizzazione di un edificio, qualsiasi sia la destinazione d’uso finale.

Molte aziende edili si sono quindi specializzate nella realizzazione di edifici proprio adottando questa metodologia. Ma che cos’è la bioedilizia? Con questo termine si vuole intendere una serie di attività e lavori che vengono effettuati utilizzando solamente materiali reperibili all’interno del territorio e che siano completamente ecologici e rinnovabili (soprattutto non inquinanti), nel pieno rispetto della natura.

L’impatto ambientale è ridotto al minimo, garantendo un risultato finale non solo bello da vedere ma anche sano, sicuro e che accontenta ogni tipologia di gusto. Le abitazioni ecologiche in linea con la bioedilizia Sardegna, sono pensate – progettate e messe a punto con materiali naturali come il legno, sughero, sabbia che consentono un risparmio sul totale finale e una realizzazione differente dalle tradizionali.

Per fare un esempio pratico, queste tipologie di costruzioni permettono di ottenere delle finestre molto grandi, al fine di poter sfruttare al meglio la luce naturale del sole; inoltre, sarà garantito l’isolamento termico grazie alle pareti che verranno tinteggiate con pitture a base di acqua al 100%. Ma la bioedilizia non è riservata solamente alle nuove costruzioni: infatti, molte delle aziende edili, effettuano sopralluoghi e preventivi per mettere a punto delle costruzioni datate o che hanno necessità di essere ampliate.

Bioedilizia Sardegna: in cosa consiste

Queste costruzioni non sono solo attente all’ambiente ma vengono progettate al fine che possano essere resistenti contro qualsiasi avversità atmosferica e sismica oscillando su se stesse senza crollare. Non solo: sono altamente restistenti a fronte di un eventuale incendio dove la struttura non collassa ma e dove la parte danneggiata si può facilmente rimettere a posto.

Le case pensate e progettate con orientamento verso la bioedilizia, vengono realizzate nel giro di 2 mesi (anche a seconda del progetto iniziale o successive variazioni) e hanno una durata illimitata nel tempo, soprattutto grazie – come accennato – alla grande resistenza contro ogni agente atmosferico, contro l’umido e erosione del tempo.