05
Mar

Case in bioedilizia: cosa sono?

La bioedilizia è un metodo di costruzione o ristrutturazione applicabile  agli edifici destinati sia a scopo abitativo che a destinazione pubblica; questa tecnica di lavoro si basa sull’uso di materiali e su procedure che sono il più ecologiche possibile;  vengono messi in campo, per quanto possibile  materiali naturali e tutte le tecniche di costruzione  che permettono di ridurre l’impatto energetico; in questo modo gli edifici finiti sono a basso consumo, per un riscontro che ottimizza la salute e il risparmio. Ecco su cosa si basaa il nostro concetto di “case in bioedilizia a Cagliari

Case in bioedilizia: case eco-sostenibili

Le case in bioedilizia vengono progettate in modo che siano ecologiche per tutto l’arco del loro ciclo operativo, ovvero dalla costruzione alla demolizione; una nuova linea di pensiero che vuole le case eco-compatibili, cioè adeguate a chi ci deve abitare e con la natura intorno. Architettura e sostenibilità che si integrano per la prima volta, tralasciando aspetti meno rilevanti, come l’estetica e l’impatto scenico della struttura.

 

Nuova gestione energetica delle case in bioedilizia

Le case realizzate in questa maniera sono a basso consumo grazie a un nuovo concetto di gestione energetica degli impianti di riscaldamento e della produzione di acqua calda, oltre che degli impianti di aria condizionata per rinfrescare in estate. Tutto questo è realizzabile ovviamente se si parte da un team di persone qualificate che conoscono il comparto in cui muoversi; le competenze spaziano dalla qualità dei materiali alla scelta delle risorse per portare avanti il progetto di eco-costruzione.

 

Progetto e esigenze geografiche delle case in bioedilizia

 Applicando un progetto di bioedilizia sono da tenere in conto anche gli aspetti geografici del luogo dove si intende costruire; ovvero va valutata la possibilità di inserire in un contesto abitativo già esistente, una nuova struttura, oltre al tipo di terreno, all’orientamento dell’edificio stesso, alla disposizione e all’altezza degli edifici, degli alberi e della vegetazione nei dintorni.  Il progetto di bioedilizia deve tenere conto anche del clima del luogo, e della durata delle ore di luce naturale a disposizione nell’area geografica scelta.

 Strategie di risparmio

 Durante la fase di costruzione di una casa in bioedilizia vengono presi in considerazione tutti quegli aspetti che permetteranno alla casa stessa di essere calda in inverno, fresca in estate, e  illuminata  dalla luce naturale il più a lungo possibile, per generare risparmio, questo risultato si ottiene studiando a fondo la posizione geografica e utilizzando solo materiali con rilevante grado di inerzia.

Scelta dei materiali nei progetti di bioedilizia

 I materiali sono importantissimi se le case in bioedilizia da realizzare devono essere eco-sostenibile, i materiali da costruzione devono rispettare l’ambiente, ma essere performanti per la qualità della vita di chi abiterà in quella casa; pavimenti, soffitti, coperture e ogni parte della casa deve condurre bene il calore ma senza sprechi, deve permettere una buona circolazione dell’aria e la luminosità dei locali interni. Ma quanto costa costruire seguendo i canoni della bioedilizia?  Questo metodo di costruzione non è economico, costa senza dubbio di più dei tradizionali metodi di costruzione, appunto perché viene dato maggior spazio alla qualità dei materiali e alla loro resa energetica finale. Il risparmio vero e proprio si verificherà via via che l’edificio sarà in uso, poiché in fase di operatività scatteranno le opzioni di risparmio pensate e progettate inizialmente, proprio grazie al progetto realizzato senza risparmiare sui materiali scelti.